Pagamenti in contanti: le novità 2020 | Segugio.it
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è Innofin SIM Opinioni degli Utenti News Conti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Conti

Pagamenti in contanti: le novità 2020

23/01/2020

Pagamenti in contanti: le novità 2020Sul tema dei pagamenti in contanti, ormai da diversi anni i governi in carica decidono misure per abbattere, o in alcuni casi aumentare, le soglie ammissibili.

Da cosa scaturisce questa tendenza? In massima sintesi, dalla volontà di tenere sotto osservazione tutte le transazioni economiche che vengono effettuate quotidianamente, e inoltre per sviluppare nuove forme di lotta contro l’evasione fiscale.

In quest’articolo approfondiamo il tema sulle novità 2020 in relazione ai pagamenti in contanti.

Uso del contante: i limiti consentiti salgono e scendono

Attualmente il limite di legge per i pagamenti in contanti è fissato in 3.000 euro, da quando fu introdotto attraverso la Legge di stabilità del governo Renzi, che a sua volta aveva aumentato i limiti precedenti, che erano fissati entro i 1.000 euro per alcune transazioni finanziarie, come per esempio il trasferimento di denaro contante, o quello sui libretti di risparmio.

Analizzando la situazione degli ultimi anni, appare evidente come ogni nuovo governo decida di aumentare o di abbassare i limiti al contante. Ora è il momento di abbassarli nuovamente, ed è in piena aderenza alle nuove misure di controllo fiscale, di sostegno all’uso dei pagamenti digitali e, come sempre, di lotta all’evasione fiscale.

Nuovi limiti al denaro contante nella legge di stabilità 2020

Si torna quindi ad abbassare il limite consentito per legge all’uso del denaro contante.

Nella Legge di Stabilità 2020 è stato così deciso:

  • dal primo luglio 2020 sarà possibile effettuare pagamenti in contanti entro i 2.000 euro
  • dal primo gennaio 2021 il limite consentito scenderà ulteriormente, a 1.000 euro

Ciò determinerà quindi un metodico abbattimento della circolazione del denaro contante, che imporrà a tutti di pagare attraverso metodi digitali quali:

  • carte di credito
  • carte di debito
  • bonifico bancario

Le sanzioni amministrative previste

Ovviamente sono previste sanzioni per chi non dovesse seguire i limiti stabiliti dalla legge di stabilità 2020. Esse coinvolgeranno sia chi eroga il pagamento in contante oltre i limiti consentiti, sia chi lo riceverà.

Le multe saranno salate, e secondo i singoli casi e la gravità della situazione, saranno applicate sanzioni dai 3.000 ai 50.000 euro.

Nessuna sanzione per prelievi e versamenti

Sia chiara una cosa: i limiti si riferiscono ai pagamenti in contanti, non a prelievi e versamenti sul proprio conto corrente. In tal caso non esistono limitazioni, se non quelle che potrebbero destare sospetti al sistema fiscale, che recentemente tiene d’occhio chi, per esempio, non preleva mai magari avendo lo stipendio, o la pensione, versati su quel conto corrente. Questo può far scattare una verifica fiscale, perché si potrebbe ritenere che il cittadino non abbia necessità di denaro per le spese quotidiane.

Conto corrente digitale: il modo più comodo per gestire il proprio denaro

Il processo di digitalizzazione in Italia stenta a partire e siamo indietro rispetto alle altre nazioni europee. Il settore bancario, invece, è molto avanti e già da diversi anni ogni istituto finanziario ha reso disponibili i conti correnti in versione online, che permettono una più snella organizzazione del bilancio personale o aziendale.

È il momento giusto, quindi, nel caso in cui non si fosse titolari di un conto corrente online, di verificare l’opportunità di aprine uno, valutando la scelta migliore attraverso il comparatore di conti correnti che permette di ottenere, con molta rapidità, la lista delle proposte aggiornate.

A cura di: Emilia Urso Anfuso

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Pagamenti in contanti: le novità 2020Valutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita