segugio.it il super eroe del risparmio
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è Innofin SIM Opinioni degli Utenti News Conti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Conti

Natale: regaliamoci un conto più conveniente

15/12/2017

Natale: regaliamoci un conto più convenienteRegalarsi un conto corrente o un conto deposito a Natale? Sembra un’idea insolita, ma in realtà è un ottimo proposito per iniziare bene l’anno e dare un significato ancora più profondo alle festività, pensando al risparmio proprio come dono da fare a se stessi e ai propri familiari.

Del resto cambiare banca e conto corrente è molto più agevole che in passato, grazie al decreto legge 3/2015 sulle banche popolari. La normativa nazionale ha recepito quanto contenuto nella Direttiva Europea sui pagamenti 2014/92/UE, definita anche PAD (Payment Accounts Directive). In particolare il focus è concentrato su tre aspetti:

  • Tempi di trasloco del conto: 12 giorni lavorativi per un conto semplice senza deposito titoli collegato.
  • Costi: il trasferimento deve avvenire senza oneri e spese per il consumatore.
  • Rispetto dei tempi da parte della banca: pena il pagamento di una multa di 40 euro, oltre a una quota sulla giacenza del conto per ogni giorno di ritardo.

Come valutare se è il caso di cambiare conto? Semplice: facendo una simulazione online. Oggi attraverso i comparatori come Segugio.it è molto semplice richiedere un preventivo gratuito e confrontare non solo i costi ed i ricavi, ma anche le caratteristiche tecniche del prodotto e le eventuali promozioni attive per una specifica offerta.

Per cambiare un conto, i passi principali sono tre: il primo è un’analisi accurata dei propri bisogni e della propria operatività, online e in filiale. Ricordiamo che spesso i conti online permettono di abbattere o addirittura azzerare le spese di gestione.

Tra le altre variabili da tener presenti troviamo l’accredito dello stipendio, la possibilità di avere uno scoperto o, se ad esempio si viaggia spesso all’estero, la possibilità di fare prelievi fuori dall’Italia senza maggiorazioni eccessive.

Scelto il prodotto più indicato per le proprie esigenze, occorre comunicare la volontà di migrare alla nuova banca, che si occuperà di trasferire le somme e le operazioni connesse al conto, comprese le bollette domiciliate ed i prelievi automatici.

A questo proposito vale la pena aprire una parentesi: se è vero che, con il Decreto Bersani sulla libera concorrenza, ogni consumatore ha il diritto di chiudere il proprio conto senza penali, è anche vero che, per i finanziamenti, bisogna verificare con l’istituto di credito se la contrattualistica prevede l’obbligo di estinzione prima del trasferimento. Questo discorso vale per i prestiti, mentre per i mutui il problema non sussiste.

Il terzo passaggio è la verifica delle operatività del vecchio conto, che va portato a zero, senza scoperti di conto. Inoltre va fatto un ulteriore distinguo: il trasferimento del conto non ha costi, ma la chiusura potrebbe averne, per cui va verificato a quanto eventualmente ammonti questa cifra. A questo punto andranno riconsegnati alla vecchia banca il bancomat, la carta di credito e il libretto degli assegni. L’istituto di credito ha il diritto di addebitare le spese di invio dell’ultimo estratto conto e quelle per la gestione del conto dal primo gennaio, al momento dello scioglimento del contratto.

Sicuramente cambiare conto è più facile a farsi che a dirsi (una spiegazione così articolata potrebbe sembrare complicata), perchè queste operatività sono molto veloci oggigiorno: proprio per questo vi invitiamo a fare un esame delle caratteristiche del vostro conto proprio in occasione delle feste e, perchè no, richiedere un preventivo gratuito.

Al 30 novembre, ipotizzando di voler aprire un conto con giacenza media di 5.000 euro e operatività online, senza accredito dello stipendio, l'offerta più conveniente è la proposta di Bancadinamica, con ricavo netto di 9,12 euro, zero canone e zero bolli, prelievi Bancomat/VPay gratuiti in tutta Europa.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Costi dei conti correnti in rialzo: la convenienza viaggia onlinepubblicato il 24 febbraio 2019
I migliori conti deposito di novembre 2018pubblicato il 27 novembre 2018
I conti correnti più convenienti di novembre 2018pubblicato il 14 novembre 2018
I conti deposito più convenienti di settembre 2018pubblicato il 22 settembre 2018
I conti correnti più convenienti di settembre 2018pubblicato il 10 settembre 2018
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
 Mesi
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita