Logo Segugio.it
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è Innofin SIM Opinioni degli Utenti News Conti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Conti

Conti deposito: consigli per sceglierli al meglio

17/05/2017

Negli ultimi anni i conti deposito hanno portato nuova linfa al settore del risparmio.

Grazie alla possibilità di ridurre al minimo le spese, concedendo comunque un buon rendimento, hanno permesso di remunerare il capitale in maniera sicura, attirando un numero crescente di consumatori un po’ scettici su altri prodotti.

Anche se i rendimenti non sono più quelli di una volta, vale ugualmente la pena considerarli come forma di risparmio.

Vediamo innanzitutto come funziona un conto deposito e quali sono i rischi eventualmente connessi all’apertura. Dopodichè saremo pronti per scegliere al meglio, grazie ai consigli di Segugio.it

Come spiegato in dettaglio nella nostra"Guida al conto deposito", si tratta di prodotti che permettono di ricavare un interesse sul patrimonio investito.
Solitamente è prevista l’apertura di un conto corrente tradizionale presso la banca stessa o altra banca.

Negli ultimi anni gli istituti di credito hanno proposto soluzioni sempre più appetibili, spesso a zero spese e con tassi di interesse superiori rispetto ai conti correnti tradizionali.

Chi sceglie un conto deposito può dormire sonni tranquilli: in pratica l’unico rischio, ma si tratta di un’eventualità davvero remota, è che la banca non presti fede ai propri obblighi contrattuali.

Tuttavia, grazie alla Direttiva Comunitaria 2009/14/CE, tutte le banche italiane aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che garantisce ogni singolo depositante, per le disponibilità risultanti sul conto, sino a 100.000 euro.

Per quanto concerne invece le variazioni unilaterali delle condizioni economiche e contrattuali, il cliente è tutelato in quanto ha facoltà di recedere entro 60 giorni dalla comunicazione della variazione.
Come possiamo scegliere il conto deposito più adatto alle nostre esigenze?

Di seguito vi diamo qualche suggerimento per orientarvi al meglio.
Analizzare le offerte è il primo passo per verificare rendimenti e condizioni vantaggiose.
Per farlo è possibile affidarsi al comparatore online disponibile su Segugio.it.

In pochi click si ottiene un preventivo gratuito, potendo scegliere tra un’ampia gamma di prodotti che offrono tassi fino al 2,00%, 2,05%, 2,15%, 2,15% per somme vincolate a 6, 12, 24, 36 mesi.

L’altro elemento da valutare è l’iter burocratico, ricordandosi che spesso, attraverso il canale web, le procedure vengono snellite, aiutandoci a velocizzare l’apertura del conto.

Vanno inoltre verificati i costi, cosa facilmente attuabile utilizzando le sintesi dei prodotti che appaiono richiedendo un preventivo attraverso Segugio.it.

Nelle schede tecniche, il cui link viene riportato immediatamente sotto a costi e ricavi, è possibile leggere il dettaglio delle spese da sostenere. Ricordiamo che sempre più spesso i conti sono a zero spese.

Infine va tenuta presente la tipologia di formula scelta, dato che un conto può prevedere o meno un vincolo.

Nel caso di conto libero, il risparmiatore può richiedere il denaro depositato in qualsiasi momento, incassando gli interessi maturati sino ad allora. Se il conto è vincolato, la liquidità viene ritirata solo alla scadenza del periodo prestabilito a priori, definito anche durata del vincolo.

Sembra che i consumatori siano meno propensi rispetto al passato ad impegnare per lunghi periodi i loro capitali: stando all’Osservatorio di ConfrontaConti.it nel primo periodo del 2017 i depositi vincolati hanno perso il 52,9%, un dato senza precedenti in relazione alle passate rilevazioni.

Nel valutare i rendimenti associati, va però detto che aumentano all’aumentare della cifra depositata e in relazione al tasso effettivo e alla tipologia di capitalizzazione (ovvero se la banca riconosce subito gli interessi oppure alla fine del periodo).

Vediamo insieme qualche esempio. Al 20 aprile, ipotizzando di vincolare per 12 mesi un importo di 30.000 euro, la miglior soluzione è Time Deposit Web di Banca Popolare di Bari, con un guadagno di 367,30 euro.

Se invece ci si orienta su un prodotto senza vincolo, ipotizzando un deposito libero in giacenza per 12 mesi, la soluzione più conveniente è il conto di Banca Progetto, con un guadagno di 118,40 euro.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conti deposito: consigli per sceglierli al meglioValutazione: 3,5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Risparmiare ma senza vincoli: il fenomeno dei conti depositopubblicato il 27 settembre 2017
Aumenti conti correnti: come risparmiare e guadagnarcipubblicato il 6 luglio 2017
I conti deposito più convenienti di maggiopubblicato il 23 maggio 2017
I conti deposito più convenienti di aprilepubblicato il 29 aprile 2017
Conto corrente: come cambiare in megliopubblicato il 15 aprile 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita