logo segugio.it
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è Innofin SIM Opinioni degli Utenti News Conti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Conti

Prelievi ingiustificati? Scatta la sanzione

28/08/2015

Prelievi ingiustificati? Scatta la sanzione

Potrebbe diventare legge la misura prevista dalla delega fiscale in materia di lotta all’evasione. Oggetto della disposizione sarebbero i prelevamenti di contante effettuati da professionisti e partite Iva che il contribuente non riuscisse a giustificare con adeguata documentazione.

La norma non è una novità. Trattasi in realtà della versione riveduta e corretta di un vecchio provvedimento facente parte della finanziaria del Governo Berlusconi del 2005 che prevedeva la possibilità di effettuare accertamenti fiscali sui prelievi “se il contribuente non ne indica il soggetto beneficiario e sempre che non risultino dalle scritture contabili, i prelievi o gli importi riscossi nell’ambito dei predetti rapporti od operazioni“.

Quello stesso principio era stato poi dichiarato incostituzionale dopo una sentenza dei giudici della Corte Costituzionale che avevano dato ragione a un contribuente sorpreso a prelevare in un anno cinquantamila euro. La stessa sentenza aveva stabilito quindi l’illegittimità della presunzione secondo cui i prelievi non giustificati degli esercenti arti e professioni costituissero compensi evasi.

Il comma 7 bis della delega fiscale va oltre la precedente norma e quantifica quelle sanzioni, prevedendo dal 10 al 50% del prelievo bancomat su conti correnti bancari e postali, nel caso in cui i titolari sottoposti ad accertamento non riuscissero a dimostrare al fisco attraverso giustificativi l’uso fatto del cash. La sanzione sarà comunque proporzionale alla capacità contributiva del soggetto che ha prelevato una quantità di contante non adeguata al suo “status di contribuente”.

La norma, già definita come “tassa sui bancomat”, per quanto rientri tra le misure antievasione rivolte principalmente ai professionisti e a coloro che sono titolari di Partita Iva, ha l’obiettivo di rilevare eventuali scostamenti tra il tenore di vita del contribuente e quanto dichiarato al fisco. Dimostrare un tenore di vita molto più alto identificabile attraverso le operazioni di prelevamento allo sportello bancomat autorizzerà con molta probabilità l’Agenzia delle Entrare a procedere con il controllo, superando la presunzione che i prelievi siano sempre ricavi in “nero”, ma arrivando direttamente alla sanzione.

Tra le altre cose, la norma si pone la finalità di scoraggiare l’uso del contante, presupposto essenziale per contrastare l’evasione fiscale data la più difficile rintracciabilità delle operazioni effettuate in contante rispetto a quelle che usano le carte di pagamento.

Nel caso in cui la misura dovesse diventare legge, la gestione finanziaria delle categorie coinvolte diventerebbe decisamente complicata, con l’obbligo di conservare tutti gli scontrini, le ricevute e i giustificativi: da qui la proposta di introdurre dei libri contabili familiari o personali che aiuterebbero a documentare le spese anche a distanza di tempo.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Prelievi ingiustificati? Scatta la sanzioneValutazione: 4,5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Costi dei conti correnti in rialzo: la convenienza viaggia onlinepubblicato il 24 febbraio 2019
I migliori conti deposito di novembre 2018pubblicato il 27 novembre 2018
I conti correnti più convenienti di novembre 2018pubblicato il 14 novembre 2018
I conti deposito più convenienti di settembre 2018pubblicato il 22 settembre 2018
I conti correnti più convenienti di settembre 2018pubblicato il 10 settembre 2018
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
 Mesi
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita